Filtra: 

Attività fisica e salute, tante buone notizie

Dopo una breve introduzione sul rapporto tra inattività fisica e numerosi stati patologici, esporrò le ragioni per le quali l'inattività fisica è dannosa e rappresenta una fonte di gravi problemi per la salute pubblica e individuale.
Verrà successivamente definito cosa s'intende per inattività fisica e se ne esporranno gli effetti dannosi sulla perdita di massa muscolare, di forza e di potenza così come sull'osteoporosi e relative fratture, sull'osteoartrite, mal di schiena, sovrappeso e l'obesità, diabete mellito di tipo 2, ipertensione, sindrome metabolica, malattie coronariche, ictus, malattia vascolare periferica, cancro e sulla mortalità per tutte le cause.                                                                                         
Esistono prove scientifiche certe che numerose patologie sono più comuni in persone che non svolgono un'attività fisica, o svolgono un'attività fisica molto scarsa, rispetto a coloro che, invece, sono fisicamente attivi.
Il numero di queste condizioni di salute legate all'inattività e all'attività fisica è cresciuto constantemente durante gli ultimi decenni.

La relazione che è stata osservata tra assenza o scarsità di attività fisica e l'aumentata esistenza o incidenza di malattie non è dovuta ai cosiddetti fattori confondenti, come l'età, il sesso, il grasso corporeo, lo stato precedente di salute, la dieta, il fumo, il consumo di alcool, l'educazione o il reddito.
Le ricerche epidemiologiche hanno fornito gradualmente prove sempre più evidenti che l'inattività fisica è una causa dello sviluppo di numerosi stati di cattiva salute. Il criterio di tali prove è la costanza dei dati rilevati in ricerche e popolazioni diverse, l'intensità dell'associazione tra livello di attività fisica e il rischio di malattie, la relativa successione temporale (inattività precedente alla comparsa della malattia), il rapporto logico tra livello e cambiamento del livello diinattività/attività e il rischio di malattie, la spiegazione coerente e plausibile del rapporto osservato. Studi condotti su animali hanno prodotto ulteriori prove della relazione della quale abbiamo parlato.

Perchè l'inattività fisica è dannosa per la salute?

La ragione fondamentale degli effetti di peggioramento o addirittura di danneggiamento della salute provocati dall'inattività fisica è che gli esseri umani di ambedue i sessi sono fatti per muoversi.
E, se si eccettuano gli ultimi decenni, sono stati obbligati a muoversi per tutta la storia dell'umanità. L'attività fisica è stata e resta lo stimolo biologico essenziale necessario per fare in modo che le strutture e le funzioni degli organi e dei sistemi di organi conservino la capacità di svolgere i loro compiti. L'effetto stimolante dell'attività fisica è mediato dall'espressione dei geni; e si pensa che questi si siano adattati ad uno stato di regolare attività fisica nel periodo durante il quale i nostri antenati per sopravvivere dovevano cacciare.

L'attività tipica dei nostri antenati. come quella di spostarsi rapidamente per periodi prolungati, ha provocato un carico crescente sugli organi locomotori, metabolici, cardio-respiratori, nervosi, endocrini ed escretori, e la ripetizione di questa attività ha prodotto adattamenti in questi organi che hanno aumentato la loro tolleranza alle variazioni sia dello sforzo fisico sia delle condizioni ambientali.

Se la salute viene concepita come energia e potenziale per la sopravvivenza, prestazione e realizzazione nei campi fisici, mentali e sociali della vita, allora molti, se non tutti, gli adattamenti prodotti da una quantità e una intensità moderata di attività fisica migliorano la salute, in quanto aumentano la forza o la capacità funzionale degli organi corrispondenti.
Molti di tali adattamenti diminuiscono il rischio di certe malattie o dei loro presupposti, come il sovrappeso o l'obesità. L'inattività fisica e la mancanza dello stimolo biologico provoca l'effetto opposto e aumenta il rischio di numerosi stati di cattiva salute come quelli prima citati. Per questa ragione, l'efficacia quasi miracolosa dell'attività fisica per la salute ha solide basi biologiche.

Il ruolo dell'inattività fisica come fattore di rischio varia notevolmente tra le varie patologie e da persona a persona.
In generale, si può affermare che l'importanza dell'inattività fisica come fattore di rischio è proporzionale al ruolo centrale ed esclusivo che ha l'attività fisica nel mantenere le strutture e le funzioni del relativo organismo. Per questa ragione, l'inattività fisica è un fattore di rischio notevole per quanto riguarda l'insorgenza di una perdita di massa muscolare (sarcopenia) e ossea (osteoporosi) nelle persone anziane, o del diabete di tipo 2, ma un fattore di rischio meno intenso per la cardiopatia coronarica o il cancro.

Autore: 

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!