Filtra: 

Allenamento: supera i tuoi blocchi

Non riesco mai a concentrarmi durante l’allenamento e quando sono quasi alla fine mi distraggo e mi vedo già davanti al computer.  Ne verrò mai fuori?

Una volta costrinsi un mio allievo a sedersi sulla cyclette e a pedalare al rallentatore nei cinque minuti post-workout: gli spiegai che il “cool-down” è quasi più importante dell’ingresso in palestra. Potresti mai fermarti bruscamente quando la macchina-corpo è lanciatissima?

 

Dopo un duro training per le gambe posso chiudere la sessione con una corsa lenta sul treadmill?

Trovo ideale il defaticamento “cardio-style” dei quadricipiti dopo averli bastonati con squat o leg-press: il recupero è più rapido e i dolori post-allenamento minori. Chiodo (corsetta) scaccia sempre chiodo (dolore-sforzo sotto lo squat).

 

Quando alleno le gambe, finisco sempre per saltare gli esercizi per i polpacci. Ci penso e sono già sotto la doccia. Soluzione?

Sostituire il warm-up iniziale con 5 minuti di sollevamenti per i polpacci alla macchina (quella che preferisci), con carico progressivo, o fare i polpacci mentre riposi tra una serie e l’altra di quadricipiti.
Ma la verità è che ti manca la voglia!

 

Che succede se sono in anticipo sulla tabella di marcia dell’allenamento? Posso recuperare di più, a quel punto, per rispettare i tempi?

Se sul finire ti ritrovi con qualche minuto d’anticipo e senti che le forze reggono, meglio tenere il passo: ne trarrai vantaggio. Il concetto è che stai facendo un volume di lavoro in un tempo ridotto e questo è a beneficio dell’intensità. Cresci di più.

 

Sto facendo un training coi pesi che prevede una sessione finale di nuoto in piscina. Se invertissi l’accoppiata potrebbe essere meglio?

No. Il nuoto, sempre che tu non sia un agonista e quindi riesca a far vasche su vasche senza sentirle, è parecchio “debilitante”. In secondo luogo, se avrai spinto al massimo in palestra, l’attività natatoria sarà per te un eccellente defaticamento “affaticato”.
Citazione ossimorica ma... quando ci vuole ci vuole.

 

Ho uno schema di serie e ripetizioni che m’impone gli esercizi “odiati” alla fine. Ovviamente faccio di tutto per saltarli!

Fossi il tuo trainer ne avrei discusso con te bonariamente e poi… te li avrei piazzati all’inizio! Senza voglia, ma con energie fresche, riesci a scamparla. Senza né l’una né l’altra sei fritto.

 

Mi capita spesso di finire l'acqua della bottiglietta prima che l’allenamento sia concluso. Per pigrizia non vado mai a prenderne altra. È un problema?

Di problemi ce n’è di peggiori, ma sappi che l’acqua non solo favorisce la contrazione muscolare evitandoti i crampi (specie se stai allenando le gambe), ma ha un effetto psicologico.
Personalmente sento che mi manca un po’ di spinta se i miei due litri si sono esauriti prima… dell’esaurimento workout!

 

Raramente, ma succede, mi alleno e non arrivo a percepire stanchezza: continuerei ad oltranza. È possibile?

Probabilmente non stai facendo un workout intenso come si dovrebbe, ma può anche essere che tu sia in “trance agonistica” (quell’esercizio è il tuo preferito), cosa che ti porta a dissociare corpo e mente. Come esperimento va bene, ma se si ripete, l’over-training può tenderti un agguato.

 

Se non riesco a finire il workout, dimezzo il lavoro del gruppo muscolare che sto allenando o elimino il gruppo seguente?

Sono in piena sessione petto-tricipiti e mi rendo conto che non posso concludere l’accoppiata? Meglio finire tutte le serie del petto: si alleneranno anche i tricipiti e non avrò buttato via la sessione.



Roby Romano

Autore: 

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!