Filtra: 

Contenuti per tag: calcio


L'allenamento del calciatore in casa

Purtroppo in questo periodo anche i calciatori (professionisti e dilettanti) devono affrontare un periodo di stop forzato, con l'aggravante di non sapere nemmeno quando e se si ricomincerà a giocare per quest'anno sportivo. A peggiorare ulteriormente le cose (sportivamente parlando logicamente) si mettono i vari Decreti Ministeriali vietando ogni attività motoria all'aperto,anche in solitaria.  Allora come si fa per non perdere totalmente il grado di allenamento raggiunto durante l'anno e magari migliorare qualcosa dal punto di vista muscolare allenandosi a casa ??? Facendo dei circuit training,a corpo libero e/o con l'ausilio di carichi (pesi),in questo modo potremo lavorare sia sui muscoli che sulla parte aerobica.  Utilizzando il metodo tabata (guardate il mio precedente articolo per capire come impostare l'allenamento) andremo a sviluppare due tipi di lavoro con e senza pesi,in modo tale che tutti gli atleti potranno comunque fare qualcosa a casa. LAVORO NUMERO 1 (a corpo libero) Crunch Crunch incrociato Evolution plank (dalla posizione base portarsi sui palmi delle mani un braccio per volta e ritornare in posizione, ripetere continuamente il movimento alternando destra e sinistra) Piegamenti sulle braccia a presa larga Dip su panca (tricipiti) Hip thrust in isometria Affondi alternati camminati Jumping squat   Tempo di lavoro : dai 30" ai 45" Tempo di recupero : dai 10" ai 20" Tempo recupero fine giro : da 1' a 1'30" Numero di giri: 3-4  N.B. La scelta dei tempi di lavoro,del tempo di recupero e il numero dei giri dipende dal proprio grado di allenamento   LAVORO NUMERO 2 (con manubri) Crunch Crunch incrociato Plank Spinte in panca piana Rematore con manubri a presa neutra in piedi Alzate Laterali Stacchi con manubri Squat isometrico Skip   Tempo di lavoro : dai 30" ai 45" Tempo di recupero : dai 10" ai 20" Tempo recupero fine giro : da 1' a 1'30" Numero di giri: 3-4  N.B. La scelta dei tempi di lavoro,del tempo di recupero e il numero dei giri dipende dal proprio grado di allenamento   Il mio consiglio è quello di effettuare allenamendo a giorni alterni o almeno due giorni alla settimana, lasciando però sempre almeno un giorno di recupero tra una sessione e l'altra. 

Continua...

In risposta alla domanda: "ma cosa fa un Ment...

Il Mental Coaching, noto anche come Allenamento mentale, è quel segmento di formazione sportiva che si concentra in specifico su come aiutare gli atleti ad abbattere le barriere mentali che impediscono loro di esprimersi al meglio del proprio potenziale. Il Mental Coach focalizza l'attenzione sulle abilità mentali necessarie per avere successo in qualsiasi competizione sportiva, utilizzando differenti metodologie e tecnologie a seconda della persona e delle problematiche individuate, così da "riprodurre" il proprio stato di peak performance, perché uno dei segreti dei grandi campioni è la capacità di riprodurre quello stato emotivo di grazia in cui si è certi di poter fare qualsiasi cosa. Il Mental Coach un esperto che aiuta gli atleti a definire gli obiettivi in modo efficace e ad innalzare costantemente il livello di performance, attraverso l'allenamento mentale. Focalizza l'attenzione e le azioni degli sportivi sul raggiungimento di risultati concreti, fornisce metodi, tecniche e strategie per utilizzare al massimo le risorse personali.   In particolare, ha l’abilità di individuare e far sviluppare a livello mentale i punti di forza di ciascun atleta, fino a realizzare una combinazione vincente di risorse fisiche, tecniche e mentali che consenta di raggiungere i massimi livelli di performance. Per fare questo è fondamentale "governare" gli elementi che compongono i nostri stati d’animo: la fisiologia, il linguaggio e il focus mentale. Come? Semplice... avvalendosi di un valido Mental Coach! Fausto Donadelli

Continua...

"Senza grassi" non significa necessariam...

Senza grassi... non è necessariamente magro. Spesso capita tra gli scaffali dei supermercati, nelle vetrine dei negozi, e al giorno d’oggi anche nelle vetrine “online”, di trovare articoli del gruppo alimentare definiti “a ridotto contenuto di grassi o senza grassi aggiunti”. Queste numerose e frequenti affermazioni nascondono molte volte qual’è la realtà. A basso contenuto di grassi significa, come espresso chiaramente dal termine, che quello specifico alimento a cui fa riferimento l’affermazione ha un quantitativo di grassi particolarmente ridotto. Ciò non significa, però, che l’alimento in questione sia del tutto privo di sostanze lipidiche e soprattutto che sia automaticamente benefico per l’organismo. Le tabelle nutrizionali sono un elemento fondamentale nel campo dell’educazione alla salute e come tali meritano di essere analizzate in ogni loro minima parte. Insieme ai grassi, dobbiamo tenere in considerazione anche l’apporto di carboidrati e la composizione proteica di un alimento. Un prodotto che presenta un ridotto apporto di grassi e nello stesso tempo però elevate concentrazioni di zuccheri semplici (quindi carboidrati) ha un impatto sull’organismo a livello ormonale molto differente rispetto ad un alimento, che invece si caratterizza da un’elevata concentrazione di grassi, saturi o insaturi che siano, e un’insignificante quota glucidica. Entrambi possono avere effetti sia positivi che negativi all’interno del nostro corpo, dipende dalla situazione ormonale e metabolica in cui ci troviamo al momento del consumo. Le proteine ricoprono un ruolo fondamentale sia per quanto riguarda il dimagrimento e l’aumento della massa magra, per questo motivo non vanno mai escluse ma sempre ricercate negli alimenti. Oltre ai 3 macro nutrienti principali ci sono altre sostanze da considerare, tra le più importanti vi sono le fibre, che rallentano lo svuotamento gastrico e riducono l’assorbimento dei cibi, hanno effetti positivi sull’organismo e quindi va considerata positiva la loro presenza all’interno di un alimento. Il sodio, insieme al potassio ricopre un ruolo fondamentale nell’equilibro idrosalino delle nostre cellule, se presente in elevate quantità può provocare un aumento dei liquidi extracellulari fino ad evolversi in ipertensione arteriosa, per questo motivo è importante controllarne l’assunzione. Non soffermarsi alla confezione, ma analizzare nei particolari cosa contiene il cibo che ingeriamo. Questo è molto importante per raggiungere i propri obiettivi e per stare in salute a lungo tempo. Come sempre non c’è un solo fattore da considerare ma è l’insieme dei dettagli a fare la differenza!   Giorgio Mimini

Continua...

Pagina 1 di 3
Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!