Filtra: 

Coaching

Strategie per affrontare allenamenti e gare (piani...

Riesci ad affrontare sempre con motivazione ed entusiasmo allenamenti e gare? Posso suggerirti delle strategie da mettere in atto per sostenere gli allenamenti più faticosi e per creare un collegamento tra l’allenamento che affronti, il benessere psicofisico che ne ricevi e il risultato che ottieni in gara. Iscriviti al Blog di MB. Riceverai tanti spunti utili per la tua crescita personale: http://goo.gl/TMeFN6

Continua...

Canalizzare la Rabbia (fonte di energia positiva)

Riesci a controllare la rabbia? Oppure tieni tutto dentro e ti “gonfi” fino al punto di esplodere? Sai che la rabbia si può usare in modo positivo? La rabbia è come il vapore dentro a una caldaia: più aumenta il calore e più sale la pressione, e se sale la pressione cresce il rischio di un’esplosione devastante. Se la tua rabbia cresce in modo incontrollato, proprio come la pressione dentro alla caldaia, rischia di esplodere e fa danni, talvolta irreparabili; se invece viene indirizzata verso i tuoi obiettivi è una forza vitale straordinaria. Ascolta la Pilolla…

Continua...

Controllare la Paura e la Tensione della gara (cam...

Rilassamento, visualizzazione, dialogo interno, “bolla”, controllo della tensione e della rabbia: se hai seguito le mie precedenti Pillole di Coaching, hai tutti gli strumenti per affrontare una gara importante nelle migliori condizioni mentali. Adotti già alcune delle strategia che suggerisco? Condividiamo le nostre esperienze agonistiche nei commenti.

Continua...

Coaching: il potere del giudizio degli altri

Quanto ti influenza il giudizio degli altri? Esiste una regola che non può essere smentita da nessuno, ed è la seguente: “Non si può essere in accordo con tutti. Chi lo è, sta rinunciando ad una parte di sé stesso” Una porzione di ciò che sei oggi ti è stata trasferita dalle persone che avevi vicine nel periodo dell’infanzia. Queste, sulla base delle proprie esperienze, esprimevano giudizi, opinioni e modelli educativi nei tuoi confronti e tu, soggetto passivo senza esperienza, li hai assimilati e considerati come veritieri poiché ti erano comunicati da persone alle quali attribuivi autorevolezza. Considera che nel periodo dell'infanzia le manifestazioni che pervengono sono per lo più positive e di incoraggiamento, ad esempio, quando da piccolo/a stavi imparando a camminare e cadevi, ti esortavano a rialzarti e riprovare, a non rinunciare al primo capitombolo, ad insistere nel perseguire il tuo obiettivo. Vero? Poi l’infanzia scorre via, lasciando il posto all’adolescenza e gradatamente raggiungi l’età adulta. In questa nuova condizione non sei più in uno stato di passività e di assorbimento incondizionato ma protagonista e creatore delle tue idee, tutto ciò in considerazione del fatto che nel frattempo hai accumulato una serie di esperienze tramite le quali hai scelto uno stile di vita. Probabilmente ti sarai trovato nella necessità di avere un confronto con gli altri, rispetto a qualche tuo sogno o progetto, ma se così non fosse stato, quanto meno ti sarebbe piaciuto poter condividere con qualcuno il tuoi obiettivo. A questo punto ti domando: Quante volte nell’esporre un’idea ti sei sentito criticato? Quante volte ti sei sentito dire"... no, lascia stare, non è cosa per te, rimani con i piedi per terra, smetti di sognare…" Quante volte un tuo comportamento o atteggiamento è stato preso di mira? Non ti è mai successo di aver assunto un modo di fare gradito agli altri ma nettamente contrario  ai tuoi principi, solo per il timore di essere emarginato o scarsamente considerato ? Se hai vissuto alcune di queste situazioni, conosci il senso di disagio nel quale ti sei ritrovato. Asserire che abbiamo in assoluto necessità del giudizio di altri pare condizionante, ma sapere che qualcuno ci appoggia, ci incoraggia e condivide le idee e i progetti che desideriamo realizzare, indubbiamente ci gratifica e ci predispone ad una maggior considerazione di noi stessi e ad un migliore rapporto con gli altri,  proprio in virtù del fatto che la condivisione di pensiero e di intenti ci rende più sicuri di noi stessi e il consenso degli altri consolida le nostre convinzioni. Considera che, spesso, chi disapprova o scoraggia le tue idee è colui/lei che misura sulle proprie capacità la realizzazione di un progetto come il tuo e, inconsciamente se lo ritiene troppo arduo o difficile, tende ad affossarlo, facendo passare la cosa come un consiglio dato nel tuo interesse, ma in verità, dichiarando una propria incapacità alla realizzazione. Oppure chi ti ostacola, lo fa per inconscio/conscio egoismo, temendo di perdere su di te determinati aspetti quali il controllo, la vicinanza, il livello sociale, per citarne alcuni, questo nel caso tu ottenessi il risultato che persegui. In altre circostanze, molti dei giudizi che subisci non sono diretti alla tua persona anche se li percepisci come tali, ma semplicemente riguardano il prodotto di ciò che pensi. Questo avviene perché le esperienze pregresse, il valore attribuito alle cose, l’autoconsiderazione, l’efficacia personale, la consapevolezza di chi non è d’accordo con te si trovano ad un livello più basso delle tue, in poche parole, loro hanno la convinzione che non ce la potrebbero fare e tendono a convincerti che anche tu falliresti. In ogni momento della vita devi essere pronto/a a confrontarti con chi ti sta intorno,  aperto/a condividere affinità di pensiero, ma anche a difendere con forza le tue visioni, dagli attacchi o dal giudizio di chi non approva il tuo operato.   Concludendo L'atteggiamento più saggio è quello di dare un giusto valore all’opinione degli altri, filtrandola accuratamente ma senza farsi condizionare. Mantieni sempre in grande considerazione la tua esperienza e sulla base di questa fai le scelte, attingendo da chi ti sta intorno solo positività. Rinunciare a seguire il tuo istinto, i tuo sogni, i tuoi obiettivi per non dispiacere qualcuno è molto pericoloso, in futuro potresti trovarti nella posizione di dolerti per non averci provato; e sicuramente sarebbe molto, ma molto più doloroso. Maurizio Guida

Continua...

Un Coach per amico: il successo nella vita in sei ...

Desiderato, costruito, rincorso, aspettato, vagheggiato, sospirato, fantasticato, quando si tratta di noi; ma anche… invidiato, volutamente ignorato, trascurato, sottovalutato, vituperato talvolta, quando si tratta degli altri. Parliamo del “successo“. Il successo: è un buon risultato. E’ l’esito favorevole di quello che hai costruito con le tue energie, con l’organizzazione dei tuoi pensieri e del tuo lavoro. E’ la ricompensa al tempo ed agli sforzi impiegati nel raggiungimento del traguardo che ti eri prefissato ed è la conferma che hai agito bene. Potrebbe la sola ambizione portare al successo? Sicuramente no, però è un ottima base di lancio per il conseguimento degli obiettivi ed arrivare dove ti eri prefissato, costituisce sempre un ottimo viatico per il viaggio che porta ad un aumento della propria autostima. Tutti siamo in possesso degli strumenti utili per giungere a realizzare i nostri desideri? Potenzialmente si, ma molti di noi non sanno mettere in pratica le proprie conoscenze o far fruttare al massimo le capacità e le risorse di cui si è in possesso; spesso per scarsa fiducia in sé stessi temendo il fallimento e conseguentemente l’altrui giudizio. E’ possibile però apprendere il modo di percorrere la strada che porta al successo, un percorso di coaching potrà aprirti la strada in direzione del tuo traguardo. Vediamo insieme quali caratteristiche, strumenti, abilità devi possedere e come usarle. Il desiderio Quanto desideri quella cosa? Quanto vuoi davvero raggiungere quella posizione, quel traguardo? Quanto vuoi conquistare un ruolo, una persona, una platea, un incarico?  L’intensità con cui hai deciso di cimentarti è fondamentale: più si vuole raggiungere un obiettivo, più sarà possibile riuscirci.   La conoscenza Se vuoi avere successo in un qualsiasi ambito devi conoscere. Più cose sai, più potrai cimentarti acquisendo nuove informazioni, nuove abilità e portandoti sempre più vicino al risultato positivo.  La conoscenza deve essere ampia, ricca, e tutte le informazioni dovranno essere intrecciate tra loro in modo da formare una solida base che ti sostenga nei momenti di incertezza e contemporaneamente sia di sprone nelle situazioni che richiedano una spinta in avanti.   L’esperienza Elemento molto  importante, perché è dalla conoscenza acquisita che deriva il bagaglio di informazioni proprio di ciascuno di noi. Avere esperienza significa anche aver commesso degli errori, e sulla base di questi diventare più forti, più acuti, muoversi meglio nelle varie situazioni che richiedano una soluzione efficiente.   La perspicacia Altra componente di rilievo; più sei affinato nel percepire tutte le sfaccettature delle varie situazioni che si trovano sul cammino e più possibilità avrai di raggiungere la meta, lasciando indietro eventuali concorrenti.  Se aspiri ad un ruolo, è fondamentale capire quali siano gli strumenti per raggiungere quella posizione, fare in modo di possederli, utilizzarli al meglio e nel più breve tempo possibile. Capire, comprendere, intuire, cogliere, tutto questo porta ad un sicuro successo. La gestione del tempo è importante tanto quanto quella delle risorse a disposizione.   La motivazione Elemento fondamentale e punto di partenza di ogni percorso che mira ad ottenere un successo, quale che ne sia la natura. E’ questa forte spinta iniziale, che funge da stimolo per farti cominciare il viaggio verso la tua meta.     La tenacia Potrebbe sembrare scontato o superfluo, ma voglio soffermarmi anche su questa componente fondamentale. Qualunque sia la meta che vuoi raggiungere con successo è indispensabile che tu sia tenace e nel caso avessi qualche lacuna puoi imparare ad esserlo tramite il sostegno di un professionista.  Affidandoti ad un coach, imparerai come far emergere la forza necessaria per intraprendere e portare a termine un percorso orientato alla realizzazione dei tuoi obiettivi. Durante il "viaggio" potrai vivere momenti di incertezza, che andranno valutati e superati con il supporto di una guida esperta. Potranno esserci attimi di sfiducia o di smarrimento, ma lavorando bene su te stesso, sugli strumenti che hai e su quelli che ti verranno forniti dal coach che ti affianca, potrai superare le difficoltà. E’ importante soprattutto credere che, qualsiasi possa essere l’avversità o l’incidente di percorso,  l’imprevisto o ancora la complicazione che potrai incontrare, sia sempre possibile trasformarli in una opportunità di crescita. Il successo aspetta solo di essere colto… da chi lo vuole raggiungere davvero. Maurizio Guida

Continua...

Sviluppare l’Autostima (segreti e strategie da l...

Autostima, conoscenza del proprio valore, pur nella consapevolezza dei propri limiti. Avere Autostima significa possedere la chiara percezione del proprio sé e avere fiducia nella capacità di esercitare un controllo efficace delle situazioni che ci troviamo ad affrontare, sul lavoro, nello sport e nella vita. Per saperne di più, ti invito a cliccare qui: http://www.massimobinelli.it/index.php/info. Inviami un messaggio: ti contatterò secondo le tue istruzioni per fissare una sessione di coaching gratuita e non impegnativa, così potrai sperimentare direttamente i benefici del coaching!

Continua...

Cosa sono e come si creano gli Ancoraggi (successo...

Ancoraggio, strumento potentissimo per ottenere il meglio di te in ogni situazione. Si tratta di un processo che avviene normalmente in modo inconscio, ma con un allenamento mentale opportuno possiamo farlo diventare un meccanismo consapevole e usarlo per ottenere grandi benefici. Come si crea volontariamente un ancoraggio? Guarda la Pillola di Coaching e fammi sapere se riesci a mettere in pratica ciò che ti spiego. Per saperne di più, ti invito a cliccare qui: http://www.massimobinelli.it/index.php/info. Inviami un messaggio: ti contatterò secondo le tue istruzioni per fissare una sessione di coaching gratuita e non impegnativa, così potrai sperimentare direttamente i benefici del coaching!

Continua...

Crea la tua Bolla (pensare e vivere alla grande)

Ti piacerebbe creare una “Bolla” di protezione e di energia positiva attorno a te? Se segui le mie indicazioni, imparerai a visualizzare e costruire la tua Bolla quando è il momento di metterti alla prova e raggiungere la giusta fiducia per realizzare la tua migliore performance. Sei un atleta? Sappi che se riesci a costruire e mantenere la tua Bolla ancorata a una particolare condizione psicologica e fisica, potrai esprimerti sempre al meglio. Ascolta questa nuova Pillola e scrivimi tramite il mio sito http://www.massimobinelli.it. Il primo contatto, non importa di che durata, non è impegnativo ma è molto importante per capire in che modo posso esserti d’aiuto.

Continua...

Imparare a Parlare in Pubblico (superare ansia e p...

Parlare in pubblico rientra nella nobile arte di saper comunicare efficacemente. Un pensiero da premio Nobel comunicato male si spegne nel vuoto cosmico, mentre un pensiero mediocre, comunicato con forza e sapienza, incanta le masse. Se ti sono venuti in mente i nomi di uomini politici, di ogni tempo, da classificare come grandi imbonitori e venditori di fumo, hai colto nel segno. Se non ti ritieni un buon oratore, e se il solo pensiero di parlare in pubblico scatena un diluvio di emozioni dentro di te, ti rassicuro subito: puoi diventarlo. Primo suggerimento, che vale un corso di laurea: per imparare a parlare in pubblico, bisogna iniziare a… parlare in pubblico! Quando hai finito di insultarmi, rifletti un attimo. Se vuoi imparare a fare i tiri liberi a canestro, devi esercitarti con migliaia di tiri liberi; se vuoi imparare a giocare a golf, devi colpire milioni di palle, prima di riuscire a centrarne una senza arare il green; e se vuoi imparare a parlare in pubblico, devi iniziare a farlo, in un’assemblea di condominio, in un consiglio di classe, in parrocchia o al circolo delle bocce. Una volta rotto il ghiaccio, sarà più facile affrontare uditori più esigenti e più coinvolgenti emotivamente. Sono molti gli argomenti da affrontare, come ad esempio, la presentazione iniziale, la postura da tenere, il gesticolare, la ricerca dell’interazione, il linguaggio da usare, il ritmo e le pause, ma ne parleremo in privato, se vorrai. Se vuoi saperne di più, e soprattutto se desideri sapere come allenarti mentalmente per il tuo intervento e come controllare l’ansia prima di iniziare a parlare, ti invito a cliccare qui: http://www.massimobinelli.it/index.php/info. Inviami un messaggio: ti contatterò secondo le tue istruzioni per fissare una sessione di coaching gratuita e non impegnativa, così potrai sperimentare direttamente i benefici del coaching!

Continua...

Amplificare la Motivazione (la chiave del successo...

Sapresti definire la motivazione? Potremmo provare a rappresentarla come l’abilità di spingerti a cambiare un’abitudine, un comportamento. Da coach, ovviamente, intendo questo cambiamento come un miglioramento, un’amplificazione di una caratteristica positiva, un incremento di una prestazione. Il cambiamento di un comportamento mette a dura prova la volontà e occorre una notevole dose di impegno. È stato stimato che servano almeno 90 giorni affinché una nuova abitudine si consolidi e diventi una routine acquisita. Per favorire il cambiamento in genere si deve far leva prima sulla quantità, ossia sulla ripetizione di un esercizio o di una specifica attività. Poi è necessario agire sulla qualità, e cioè su esecuzioni più efficaci, precise, veloci, a seconda dell’attività in questione. Infine, occorre puntare ad un obiettivo specifico, in armonia con il tipo di attività oggetto della volontà di cambiamento, altrimenti manca lo stimolo giusto, manca la MOTIVAZIONE.

Continua...

Regolare Ansia ed Eccitazione (gestire le emozioni...

In questa Pillola di Coaching ti spiego come puoi riuscire a Regolare l’Ansia e l’Eccitazione. Cosa intendiamo con eccitazione? Possiamo definirla come la misura del livello di attivazione dell’insieme formato da mente e corpo. L’eccitazione, pertanto, passa da un livello minimo, durante il sonno, a un livello intenso, ad esempio durante una competizione, un intervento in pubblico, un esame. Quando parliamo di ansia, invece, ci riferiamo a uno stato emotivo che ci fa sentire a disagio, associato ad emozioni quali tensione, preoccupazione, nervosismo, agitazione, apprensione, paura, che accompagnano lo stato di eccitazione e di massima reattività in cui si trovano la mente e il corpo. Se l’ansia non viene controllata, influisce in modo negativo sulla prestazione fisica e mentale che ci accingiamo ad affrontare. L’ansia può essere passeggera, ossia legata a particolari circostanze del “qui ed ora”, preoccupazioni e pensieri negativi, oppure può essere una caratteristica della persona. Come si può regolare l’eccitazione? Occorre agire sul controllo dei pensieri, delle immagini mentali e della respirazione, per ripristinare stati di calma e rilassamento a cui in precedenza sono stati creati opportuni ancoraggi.

Continua...

L’Illusione del “Multitasking” (eliminare lo...

In questa Pillola di Coaching ti svelo un segreto: l’uomo non è multitasking. Non ho intenzione di spiegarti le magie dell’ultimo smartphone. Intendo affrontare il tema di chi si crede di avere le stesse potenzialità di un computer, ossia di possedere la capacità di gestire più “finestre” aperte in contemporanea: la chat, il profilo Facebook, gli sms, le telefonate e le email e così via. Il multitasking è una grande bugia! Non ci credete? Scrivetemi in privato e ve lo dimostrerò con un semplice esercizio. Inoltre, lo sforzo fatto per gestire tanti stimoli, seguire in simultanea più dispositivi elettronici e fare troppe cose tutte assieme ci stordisce, perché a causa delle continue interruzioni per passare da un’attività all’altra, e del tempo di transizione necessario per riprendersi, il cervello va nel pallone, come se fosse sotto l’effetto di droga. Le interruzioni vanno GESTITE e non SUBITE, bisogna imparare a dire “NO!”.

Continua...

Importanza e Urgenza: cosa ha valore per te? (stab...

In questa Pillola di Coaching ti parlo di Valore, Importanza e Urgenza. Ti sei mai posto queste domande: “Cosa ha valore per me?”, “Qual è il valore di ciò che faccio io?”. Spesso accade che non diamo il giusto valore alle attività che svolgiamo quasi per inerzia e dimentichiamo che lo scopo della nostra vita dovrebbe essere quello di creare il maggior valore possibile nel minor tempo e con il minor sforzo. Il termine “valore” è da intendersi in senso lato, quindi valore economico ma anche e soprattutto valore umano e morale. Per rispondere a queste domande occorre identificare le attività che nella nostra vita, lavorativa e privata, hanno priorità e valore, al fine di collocarle in ordine gerarchico.

Continua...

Definire Obiettivi SMART (strategie delle persone ...

In questa Pillola di Coaching ti parlo di Obiettivi SMART. “Smart” in inglese significa intelligente, ma in questo caso la parola è stata usata sia nel suo significato proprio sia come acronimo, e diventa così un utile promemoria. In italiano la traduzione è meno immediata ma è ugualmente efficace. Dunque un obiettivo SMART, ossia un obiettivo intelligente, deve essere: Specifico, Misurabile, orientato all’Azione, Realistico e fissato nel Tempo. Nello sport, sul lavoro e nella vita in generale, è di fondamentale importanza avere degli obiettivi. Senza obiettivi, come è possibile raggiungere qualcosa di importante?

Continua...

Creare Fascino Sociale (attrazione e seduzione)

In questa Pillola di Coaching ti parlo di fascino sociale. Cosa si intende per fascino sociale? Il fascino sociale è quell’insieme di carisma, personalità e magnetismo che fa sì che l’ambiente con il quale entriamo in contatto per la prima volta non resti indifferente nei nostri confronti. Se non interagiamo con l’ambiente, l’ambiente ci castiga, ci rende invisibili! L’ambiente a cui mi riferisco può essere un seminario di lavoro, una festa, una cena tra amici o di affari. A seconda dello schema mentale che condiziona in nostro modo di agire e di interagire con gli altri, possiamo entrare in sintonia e comunicare con le persone che si trovano in una di queste situazioni oppure possiamo essere totalmente ignorati. In entrambi i casi, ciò che accadrà sarà la conseguenza del nostro modo di agire, non sarà mai, o quasi mai, colpa di un ambiente ostile, dobbiamo essere noi a creare le condizioni affinché l’ambiente ci consideri un elemento del sistema e non un’interferenza.

Continua...

Costruire la Leadership (raggiungere il successo)

In questa Pillola di Coaching ti parlo di Leadership. Cos’è la leadership? Come si creano e si mantengono la cultura di squadra e la cultura d’azienda? Quali sono le azioni che deve compiere un leader per mantenere compatto e motivato il suo gruppo, portandolo verso il successo? Che differenza c’è tra un bravo allenatore e un leader e tra un buon manager e un leader? Quanti tipi di leadership esistono e come si può fare per identificare il tuo stile e migliorarlo? I grandi leader (ad esempio Julio Velasco, in ambito sportivo, e Luca Cordero di Montezemolo, in ambito business) hanno qualcosa in comune? Assieme, possiamo trovare una risposta a tutte queste domande e possiamo iniziare un percorso per migliorare la tua leadership, quella dei tuoi collaboratori o quella degli atleti-chiave in una squadra, quegli atleti che, opportunamente allenati, diventano motivatori dei loro compagni.

Continua...

Attenzione e Concentrazione (essere nel qui ed ora...

In questa Pillola di Coaching ti parlo di Attenzione e Concentrazione. Cos'è la concentrazione? Cosa significa concentrazione come riflesso a un comando o concentrazione come strategia di difesa? Cos’è l’attenzione di tipo selettivo? È possibile allenare questi aspetti per migliorare l’attenzione, rendere più intensa la concentrazione e ottenere risposte più veloci ed efficaci in ambito sportivo o lavorativo? Sì, e soprattutto è possibile imparare a spostare l’attenzione da un segnale importante all’altro, per avere un maggior controllo della situazione e un minore spreco di energia.

Continua...

Comunicare efficacemente (relazioni di successo)

In questa Pillola di Coaching ti parlo di come si fa a Comunicare efficacemente. La comunicazione efficace tra allenatori ed atleti, tra manager e collaboratori e più in generale tra chi ha un messaggio da trasmettere e chi quel messaggio deve riceverlo è uno degli ingredienti chiave di una relazione. Una buona comunicazione crea relazioni durature e di successo, una cattiva comunicazione porta a incomprensioni, alla rottura di relazioni o al mancato raggiungimento di qualsiasi obiettivo. A comunicare efficacemente si impara, così come si impara a decodificare in modo corretto i segnali che ci restituisce il destinatario del messaggio (feedback), che ci permettono di capire se il messaggio stesso è stato recepito in modo corretto oppure no.

Continua...

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd