Filtra: 

Alanina, cos'è e perché è utile

La beta-alanina è un aminoacido non essenziale (ovvero autoprodotti dal nostro organismo) che con la l-istidina forma la carnosina. La beta-alanina aumenta le concentrazioni di carnosina nella massa magra ed è utile per tutti coloro che praticano sport che coinvolgono azioni "esplosive", quali lo sprinting, l'allenamento con i pesi o la box.   Quali sono i vantaggi principali? L'utilizzo della beta-alanina consente di aumentare la produzione di carnosina. L'aumento delle concentrazioni di carnosina è fondamentale per gli atleti, poiché la carnosina è in grado di aumentare la capacità dei tessuti di lavorare più intensamente e più a lungo. Inoltre aiuta a prevenire gli accumuli di acido lattico durante un allenamento intensivo, riducendo al contempo l'affaticamento del tessuto.   Alimenti Gli alimenti ricchi di alanina sono: mais, riso, ceci, fagioli, fave, lenticchie, piselli, arachidi tostati, mandorle, nocciole, agnello, coniglio, maiale, merluzzo, sardina e uova Riassumendo Rallenta l'insorgenza dell'affaticamento Aiuta a migliorare le prestazioni fisiche Può aumentare la resistenza durante l'esercizio fisico Può ridurre il colesterolo nel sangue. Staff di PTOnline Vorrei vedere un prodotto a base di Alanina

Continua...

Serotonina, cos'è e perché è utile

La serotonina (5-HT) è una triptamina, un neurotrasmettitore ed è comunemente nota come ormone del buonumore. Il 5-HTP (5-idrossi l-triptofano) è un aminoacido prodotto naturalmente nel corpo ed è un precursore del neurotrasmettitore serotonina. Un aumento dei livelli di serotonina ha dimostrato di aiutare a migliorare il sonno e ridurre l'appetito. Per un atleta, ma in generale per chiunque, la capacità di 5-HTP di promuovere un sonno profondo e sereno rappresenta probabilmente il beneficio maggiore. Il sonno è assolutamente essenziale per permettere al corpo di recuperare ciò che si è consumato durante l'esercizio fisico. La regolazione e la produzione di numerosi e importanti ormoni avviene proprio mentre dormiamo. Elementi come la melatonina e il cortisolo sono tutti regolati durante il sonno e hanno un'influenza significativa sulla nostra abilità di crescere e adattarci all'esercizio fisico. Durante i periodi intensi (stress lavorativi, competizioni, allenamenti), con l'integrazione di 5-HTP aumentano i livelli di serotonina corporei, che influenzano positivamente il rilassamento e la riduzione dello stress. Il 5-HTP promuove l'aumento dei livelli di serotonina che regolano concretamente il sonno. Non solo la serotonina riduce il tempo che impieghiamo ad addormentarci, ma aumenta anche la qualità della fase REM, pertanto il sonno diventa più profondo e il numero di volte in cui ci si sveglia è sensibilmente ridotto. Bassi livelli di serotonina sono invece associati a una serie di disturbi tra cui insonnia, depressione, tensione, emicrania ed appetito eccessivo. La ricerca indica che il 5-HTP può aiutare anche a perdere peso. Uno studio in particolare ha dimostrato che l'integrazione di 5-HTP ha aiutato a ridurre il consumo calorico, coadiuvando la perdita di peso in alcune donne che non avevano modificato la loro dieta. Il 5-HTP conferisce anche un senso di sazietà precoce durante i pasti. Ciò vuol dire che per sentirsi soddisfatti non è necessario mangiare grosse quantità di cibo e questo può portare a una potenziale perdita di peso.   Alimenti Alimenti ricchi in triptofano, e che quindi stimolano la produzione di serotonina, sono il cacao e il cioccolato fondente, ma dobbiamo ricordare anche noci, kiwi, ananas, ciliegie visciole, pomodori, banane e prugne. Staff di PTOnline   Vorrei vedere un buon prodotto a base di Serotonina

Continua...

Vitamine... B! Cosa sono e perché sono utili

Le vitamine del gruppo B sono un gruppo di vitamine essenziali e idrosolubili, quindi vengono facilmente espulse dall’organismo attraverso i liquidi. Le loro proprietà ci aiutano ad evitare tanti problemi di salute. Le vitamine del complesso B forniscono energia all’organismo convertendo i carboidrati in glucosio, che l’organismo “brucia” per produrre energia. Sono fondamentali nel metabolismo dei grassi e delle proteine. Inoltre, le vitamine B sono necessarie per il normale funzionamento del sistema nervoso e si possono considerare il fattore principale per la salute dei nervi. Sono essenziali per il mantenimento del tono muscolare nel tratto gastrointestinale e per la salute della pelle, dei capelli, degli occhi, della bocca e del fegato.   Funzioni B1 o Tiamina - energia e lucidità mentale; B2 o Riboflavina - salute della pelle e delle mucose; B3 o Niacina - buona digestione e regolarità intestinale; B5 o Acido pantotenico - salute dei capelli; aiuta a combattere lo stress ed il... cattivo umore; B6 o Piridossina - contro acne ed ipercolesterolemia; B8 (B7) o Biotina- buon funzionamento del fegato e regolazione della pressione; B9 o Acido folico- buon funzionamento del sistema nervoso; B12 o Cobalamina - memoria, energia, funzioni anti-anemiche. Alimenti Le vitamine B si trovano in alimenti come il lievito di birra, il germe di grano, nell’erba medica, nel fegato, nella pappa reale, nel grano intero, nei legumi, nella mandorla, nella noce, nel tuorlo d’uovo, nella carne di maiale, verdure a foglie verde (come la cicoria, gli spinaci, la rucola e la bietola) e nelle patate.   Integrazione Seppur difficile assistere ad una carenza vera e propri da vitamine del complesso B, sono talmente tante le loro proprietà che può essere buona norma integrarle con dei supplementi. Le vitamine del complesso vitaminico B sono molto più efficaci quando agiscono sinergicamente, anziché singolarmente. Ciò avviene perché i componenti del complesso vitaminico B devono agire l'uno con l'altro per essere totalmente efficaci. Possono funzionare anche se consumati indipendentemente, tuttavia non al meglio delle loro capacità. Staff di PTOnline Vorrei vedere un prodotto a base di Vitamine B  

Continua...

Carnitina, cos'è e perché è utile

La L-carnitina è sintetizzata nel corpo dagli aminoacidi lisina e metionina. Viene sintetizzata soprattutto nel fegato e nei reni e trasportata in altri tessuti del corpo. Si trova a livelli elevati nei tessuti che utilizzano acidi grassi come fonte energetica principale, ad esempio nella muscolatura cardiaca e interossea. Da tempo si attribuiscono alla L-carnitina proprietà anti-età e nutritive rigeneranti e gli effetti dell'assunzione come integratore sono stati oggetto di ampie ricerche in diversi campi, tra cui la performance nell'allenamento, la perdita di peso, il trattamento dei morbi di Alzheimer e Parkinson, la depressione diabetica e molte altre disfunzioni neurologiche. Anche assunta a dosi più elevate rispetto al dosaggio raccomandato, la L-carnitina non ha rivelato alcun effetto collaterale ed è considerata un integratore sicuro. La L-carnitina fa parte della nostra dieta quotidiana. La carne rossa (ad es. agnello, e manzo) è particolarmente ricca di L-carnitina. Pesce, pollo, latte e latte materno ne contengono piccole quantità, mentre il cibo di origine vegetale presenta solo tracce di L-carnitina o ne è totalmente privo   Dosaggio consigliato Si consiglia di assumere 500 milligrammi (0,5 g), da 1 a 3 volte al giorno. Si consiglia di non assumerne comuque oltre i 2 gr totali al giorno.   Riassumendo Può favorire la perdita di peso Potenziali proprietà contro l'invecchiamento Può favorire il miglioramento della prestazione mentale Staff di PTOnline   Vorrei vedere un prodotto a base di Carnitina

Continua...

Glutammina, cos'è e perché è utile

La Glutammina è un aminoacido fondamentale per la nostra massa magra corporea ed è uno dei più importanti blocchi da costruzione delle proteine che mantengono le cellule sane e riparano il tessuto. La Glutammina si trova in diverse quantità nella maggior parte delle carni e in minori quantità in verdure e legumi. Alle persone che svolgono programmi di allenamento intensivi, specificatamente atti ad accrescere la massa magra e il vigore, si consiglia vivamente di integrare la Glutammina nella propria dieta per aumentare l'assorbimento di tale aminoacido.   Quali sono i vantaggi principali? La Glutammina è un aminoacido semi-essenziale che il corpo produce in minime quantità, perciò la maggior parte di tale componente deve provenire dalla dieta. Questo aminoacido è fondamentale nel promuovere la crescita cellulare nella massa magra, inoltre gioca un ruolo importante nella riparazione dei tessuti e nei processi di guarigione. Chi desideri aumentare la massa magra (come parte di un programma di allenamento dedicato all'aumento di peso) noterà progressi e risultati più rapidi e soddisfacenti integrando la Glutammina nella dieta quotidiana. La Glutammina è anche considerata utile per coloro che si allenano in sport di resistenza, quali la corsa su lunga distanza o il ciclismo; inoltre può aiutare a ridurre l'incidenza di crampi causati da stress e tensioni ripetitivi. Poiché la Glutammina può aiutare gli sportivi in tal senso, è consigliata anche alle persone di una certa età che soffrono di crampi e dolori frequenti come alternativa a farmaci anti-dolorifici.   Ulteriori informazioni La Glutammina è uno dei più efficaci integratori per sportivi disponibile oggi sul mercato; aiuta a ripristinare i livelli di glicogeno reintegrando l'energia e stimolando la riparazione e lo sviluppo della massa magra. È stato dimostrato che gioca inoltre un ruolo importante nel processo digestivo e, quando integrata in una dieta, può ridurre i sintomi associati alla sindrome del colon irritabile e ad altre condizioni del tratto gastrointestinale.   Dosaggio consigliato Si consiglia di assumere 5 grammi, da 1 a 3 volte al giorno. Per risultati ottimali, consumare una dose a colazione, pranzo e un'ora prima di andare a dormire. Riassumendo Aiuta a ripristinare i livelli di glicogeno Può ridurre i tempi di recupero Può aumentare la funzione autoimmune. Staff di PTOnline Vorrei vedere un prodotto a base di Glutammina

Continua...

Zinco, cos'è e perché è utile

Lo zinco è un oligominerale essenziale utilizzato in migliaia di funzioni fisiche, dalla sintesi proteica per la muscolatura allo sviluppo cellulare, dalla cicatrizzazione, è stato usato infatti fin dai tempi degli antichi egizi per migliorare la guarigione delle ferite, Potenzialmente è coinvolto più di altri minerali in molte funzioni fisiche. Lo zinco è molto apprezzato per il ruolo svolto nel rinforzare il sistema immunitario e lo stato di salute generale. Le fonti principali di questo elemento sono i frutti di mare (in particolar modo le ostriche), carne, pesce, funghi, cacao e il tuorlo d’uovo Alle persone molto attive si raccomanda di tenere d'occhio i livelli di zinco, in quanto è particolarmente efficace nella lotta contro i radicali liberi ma tuttavia viene facilmente eliminato attraverso la sudorazione. È stato dimostrato che la mancanza di zinco può causare un indebolimento del sistema immunitario. Risultati di studi recenti indicano che lo zinco può ridurre inoltre la durata del raffreddore. Diversi studi clinici compiuti su gruppi di persone hanno rilevato come l'integrazione di Zinco e Magnesio abbia evidenziato significative differenze statistiche tra il gruppo Zinco e Magnesio e il gruppo placebo, a seguito di 8 settimane di allenamento intensivo (maggiore incremento della forza).   Ulteriori informazioni Zinco e Magnesio, insieme alla vitamina B6, sono una combinazione eccezionale di due minerali alimentari essenziali. Lo zinco e il magnesio generalmente non vengono consumati in quantità adeguata nella nostra dieta, mentre la vitamina B6 spesso lo è. Lo zinco gioca un ruolo fondamentale per l’apparato riproduttore; basti pensare che l’uomo perde circa il 20% del contenuto totale di zinco nell’organismo con il liquido seminale. Alcuni studi hanno dimostrato che la supplementazione di zinco, in atleti e persone mediamente attive fisicamente, può elevare del 30% il livello del testosterone.   Dosaggio consigliato Come integratore alimentare, gli uomini dovrebbero assumerne dai 20 ai 40 mg al giorno, le donne dai 20 ai 30 mg, preferibilmente a stomaco vuoto, 30-60 minuti prima di andare a dormire. Per risultati ottimali, evitare di assumere con prodotti caseari oppure con altri alimenti o integratori contenenti calcio.   Riassumendo Tempi di recupero più brevi; Favorisce l'aumento di massa; Aumenta la forza; Coadiuvante del sonno; Migliora la depressione in persone con disordini alimentari come l' anoressia nervosa; Osteoporosi - l'assunzione di zinco sembra essere legata alla massa ossea. L'assunzione di un integratore di zinco in combinazione con il rame e manganese, potrebbe anche diminuire la perdita ossea nelle donne in postmenopausa. Aumenta la fertilità Promuove la salute della prostata Ritarda l’invecchiamento È efficace contro il diabete. Staff di PTOnline   Vorrei vedere un prodotto a base di Zinco

Continua...

Glucosammina, cos'è e perché è utile

La salute complessiva delle giunture del corpo è molto importante e la glucosammina può aiutare proprio in tal senso. La glucosammina è un blocco da costruzione fondamentale del tessuto connettivo presente nel corpo umano. Fra cui aree quali cartilagini e valvole cardiache, ed è molto utile agli atleti e alle persone anziane in quanto promuove la salute generale delle giunture. Questo solfato contiene estratto di molluschi e crostacei ed è in grado di stimolare la produzione della struttura della cartilagine e di mantenere le giunture forti e solide, senza dolore. La glucosammina può essere utilizzata anche per prevenire l'insorgenza di mali e dolori persistenti.   Ulteriori informazioni sulla glucosammina Una nuova ricerca ha dimostrato che la glucosammina può risultare utile anche per supportare la massa magra in situazioni di deficit calorico, canalizzando le sostanze nutritive nel percorso della biosintesi delle esosamine e ingannando il corpo nel credere di aver assunto glucosammina, che in realtà non è stata fornita. Ciò vuol dire che non si verificherà alcuna scomposizione di massa magra.   Riassumendo Eccellente protezione delle giunture Aiuta a riparare e ricostruire una cartilagine più forte Promuove giunture più sane. Staff di PTOnline   Vorrei vedere un prodotto a base di Glucosammina

Continua...

Citrullina, cos'è e perché è utile

La citrullina malato è una combinazione unica dell'aminoacido citrullina e del sale organico malato, per offrire agli atleti un metodo potenziale per migliorare le prestazioni, ritardare l'affaticamento muscolare e accelerare il recupero. È particolarmente utile a chi si dedica ad attività fisiche intense, come il sollevamento pesi e la corsa veloce. La citrullina fu isolata per la prima volta dal cocomero (in latino citrullus, da cui prese il nome). Aiuta a eliminare tossine come l'acido lattico e l'ammoniaca - sottoprodotti dell'attività fisica intensa - il metabolismo delle proteine e gli stati catabolici. Purtroppo questi sottoprodotti possono ostacolare seriamente le prestazioni fisiche, tuttavia la citrullina può fare molto per ridurre questi effetti. Un interessante studio (Peréz-Guisado) ha verificato che l'utilizzo di 8 gr di citrullina malato prima di un allenamento di esercizi di muscolazione riduce la sensazione di dolore muscolare (DOMS) che generalmente producono questi esercizi nelle 48 ore successive all'allenamento, accelerando pertanto anche il recupero. Lo stesso studio rivela che il gruppo con citrullina malato presenta una maggiore resistenza ad esercizi di forza mantenendo un numero maggiore di ripetizione in una sequenza di serie di panca piana. Inoltre un altro studio (Sureda) la supplementazione di questo composto ha evidenziato un incremento di produzione di GH in seguito all'allenamento maggiore del gruppo di controllo.   Riassumendo Coadiuva l'ottimizzazione di pompaggio e vascolarizzazione; Può aumentare la produzione di energia; Promuove un recupero dei tessuti più rapido;Citrullina Attività antiaterosclerotiche e protettive dei vasi sanguigni; Aumenta il ritmo metabolico dell'organismo; Velocizza la ripresa in caso di stress psicofisico. Staff di PTOnline Vorrei vedere un prodotto a base di Citrullina

Continua...

Arginina, cos'è e perché è utile

L'arginina alfa-chetoglutarato (AAKG) è un ingrediente comune che si trova in numerosi volumizzanti cellulari. Il composto di alfa-chetoglutarato aiuta a convogliare l'l-arginina ed è uno dei più importanti trasportatori di ossido di azoto (NO) nelle vie metaboliche.   Quali sono i vantaggi principali? L'AAKG contiene arginina e alfa-chetoglutarato. L'arginina è un aminoacido condizionatamente essenziale, il quale svolge diverse funzioni fondamentali nella biochimica del corpo umano e svolge un ruolo importante nella sintesi proteica. L'alfa-chetoglutarato è un altro composto biologico importante, usato dal corpo per produrre energia utilizzabile da carboidrati, grassi e proteine. Unito all'ammoniaca, crea l'acido glutammico, ossia un precursore della glutammina.   Ulteriori informazioni L'ossido di azoto (NO) è un vasodilatatore molto potente, in grado di aumentare l'intensità e la durata del "pompaggio" ottenuto durante un allenamento intensivo (generalmente con carichi pesanti). La maggior parte degli consumatori dell'AAKG osserva un aumento visibile di vascolarizzazione e pompaggio.   Riassumendo Aumenta il volume della massa magra. Può aumentare i livelli energetici. Tra gli integratori di NO più venduti.

Continua...

Taurina, cos'è e perché è utile

La taurina è un aminoacido sviluppato naturalmente dal corpo presente in alte percentuali nei globuli bianchi, nei tessuti dello scheletro, nel sistema nervoso centrale e nei tessuti cardiaci.   Quali sono i vantaggi principali? La taurina può avere effetti positivi sull'allenamento e la costituzione del corpo. Con proprietà simili a quelle della creatina, la taurina attira l'acqua nelle cellule e compie un'azione volumizzante sulle cellule. Ciò consente di assorbire ulteriori sostanze nutritive, aiutando a ridurre i tempi di recupero e stimolandone lo sviluppo. La taurina è anche un neurotrasmettitore inibitorio e gioca un ruolo fondamentale nella stabilizzazione del battito cardiaco e nell'attività elettrica dei nervi, con il conseguente risultato di un sonno migliore e una maggiore concentrazione. La taurina è stata riconosciuta anche come un eccellente integratore in grado di ridurre i crampi. Regolando i livelli di calcio, ossia uno dei minerali più importanti associati ai crampi, la taurina può aiutare a ridurre la gravità del dolore.   Riassumendo Può aiutare ad aumentare visivamente il volume della massa magra; può ottimizzare la produzione di energia; aiuta la sintesi proteica. Staff di PTOnline   Vorrei vedere un prodotto a base di Taurina

Continua...

Spirulina, cos'è e perché è utile

La spirulina è un tipo di alga che cresce naturalmente nei laghi tropicali e subtropicali ed è considerata un alimento completo, con straordinarie proprietà nutrizionali. Si crede che la spirulina sia ampiamente utilizzata dalle popolazioni del Messico e dell'Africa del Nord da anni, tuttavia la sua popolarità come integratore alimentare è cresciuta notevolmente solo negli ultimi 40 anni. La spirulina (video) è una ricca fonte di proteine, vitamine, minerali, acidi grassi essenziali e antiossidanti. Questa varietà di sostanze nutritive rende la spirulina un potente alimento in grado di rinforzare il sistema immunitario, aiutando il corpo a combattere virus e infezioni, oltre a gravi malattie. In questo ""super-alimento"" vi sono incredibili concentrazioni di vitamine del complesso B, ferro, oligoelementi essenziali, beta carotene e acido gamma linolenico. La spirulina contiene anche clorofilla, la cui efficacia è comprovata anche per quanto riguarda l'aumento della capacità del sangue di trasportare ossigeno Come fonte proteica concentrata, l'abbondanza di aminoacidi essenziali può stimolare la crescita e il recupero della muscolatura dopo l'attività fisica. Inoltre è riconosciuto che il suo contenuto proteico è estremamente biodisponibile rispetto al basso livello di assorbimento di proteine da altri alimenti. Come integratore alimentare, la spirulina può aumentare l'energia, l'equilibrio nutrizionale e il controllo del peso, garantendo un potente effetto disintossicante. È stato inoltre indicato che la spirulina può aiutare nel trattamento delle allergie, aumentando la risposta anti-infiammatoria del corpo e riducendo il rilascio di istamina.   Staff di PTOnline   Vorrei vedere un prodotto a base di Spirulina

Continua...

Dimagrire con il CLA

Il CLA (acido linoleico coniugato) è un acido grasso della famiglia degli Omega 6, si trova nella carne animale e nel latte intero ma anche nell’olio di girasole. L’azione metabolica attuata risulta molto rilevante sia come anti-trombosi, a tutela dell’apparato cardiovascolare, sia come riduttore di reazioni allergiche, ma soprattutto per le reazioni molecolari nel mitocondrio favorendo la preservazione della massa magra ed il consumo di acidi grassi. Ciò relativamente alla termogenesi indotta, ovvero alla differenza tra macronutrienti ingeriti e spesa calorica. Dunque perché avvenga tale processo metabolico con azione dimagrante, occorre seguire diete ipocaloriche ed effettuare attività fisica. Per un eccellente azione, senza eccedere, come dosaggio d’assunzione personalizzato, calcolate 0.05 grammi moltiplicato il vostro peso corporeo. Il risultato equivale al dosaggio giornaliero da assumere, quindi in base al contenuto di una capsula softgel, valutate quante assumerne dividendole nei tre pasti principali, durante i pasti. Sconsiglio l’utilizzo a soggetti ipertesi, soggetti con resistenza all’insulina o con patologie renali in atto. Francesco Zoccheddu   Vorrei vedere un buon Integratore di CLA

Continua...

Le polveri proteiche

Si intendono tutte le polveri proteiche nelle varie percentuali e il pool di aminoacidi. I più utili sono proprio queste due categorie in quanto vengono assimilate molto bene, in particolare gli integratori proteici diventano insostituibili per chi segue diete vegetariane o squlibrate spesso per problemi di lavoro. Le polveri proteiche sono molto utili per chi non riesce a raggiungere la quota proteica con la normale alimentazione. Data la loro comodità di assunzione risolvono molto bene il problema degli spuntini quando si è fuori casa.   Come scegliere le proteine in polvere? Chiaramente in base al valore biologico. Tra le migliori troviamo quelle provenienti dalle lattoalbumine, albumine d'uovo e dalle caseine, mentre invece quelle della soia hanno un valore biologico inferiore. L’albumina rappresenta la forma proteica normalmente in circolo nel sangue umano. A questo proposito spesso assistiamo ad un equivoco: alcuni ragazzi sono spaventati all’idea di assumere proteine per aumentare l’albumina, ma l’albuminuria cioè la malattia che spaventa è invece la presenza di albumina nell’urina, non nel sangue causata da un malfunzionamento renale, per cui il sangue si impoverisce di questa proteina che possa nelle urine, quindi esattamente il contrario di ciò che si pensa. Le migliori proteine in commercio sono quelle del siero del latte che hanno un elevato valore biologico (104) e contengono tutti gli aminoacidi essenziali e non essenziali e un’alta percentuale di bcaa. Il siero del latte contiene anche glutammina e acido glutammico che è il suo precursore risultando molto utile per un effetto anticatabolico e potenziare il sistema immunitario. E’ importante però dire che sul mercato troviamo proteine del siero del latte molto economiche e questo ci fa pensare che in questo caso vengono utilizzati trattamenti di estrazione a base di acidi e potenzialmente tossici. Come per i carboidrati anche le proteine non si comportano tutte allo stesso modo, alcune hanno un rilascio più veloce di aminoacidi, altre più lento. Le CASEINE del latte hanno un rilascio più lento, quelle del siero molto veloce. Prima di andare a dormire per esempio potremmo utilizzare le caseine per favorire i processi di crescita, compensazione e riparazione mentre al mattino a colazione e dopo gli allenamenti il siero del latte con un rilascio aminoacidico più veloce. Sasha Sofo Vorrei vedere un buon Integratore Proteico

Continua...

Aminoacidi a catena ramificata (BCAA)

Gli aminoacidi a catena ramificata sono tre aminoacidi “essenziali”: leucina, valina e isoleucina e sono cosi chiamati perché la loro struttura chimica è concatenata e forma delle specie di ramificazioni. Questi aminoacidi NON PASSANO attraverso il fegato ma vengono metabolizzati direttamente dai muscoli di cui rappresentano la componente proteica più elevata, per questo vengono utilizzati in terapia per pazienti con gravi problemi epatici. Possiamo utilizzare i ramificati con ottimi risultati per la prestazione o per l’ allenamento, si tratta di stabilire la giusta quantità e i tempi di assunzione. E’ stato provato che i ramificati provocano un aumento di energia disponibile dando luogo alla formazione di ALANINA la quale rialza la glicemia in assenza di glucidi. Le cellule muscolari sintetizzano l’alanina appunto dagli aminoacidi ramificati, acido aspartico, acido glutammico e la glicina. Oltre che a scopo energetico i ramificati sono i primi ad essere utilizzati in situazione di catabolismo. Inoltre durante un esercizio intenso gran parte di questi aminoacidi viene distrutta, in particolare circa il 90% del fabbisogno giornaliero viene ossidato. Il momento in cui l’organismo è più ricettivo di bcaa è tra i 60-90 minuti dopo l’allenamento. Generalmente viene calcolato un utilizzo da uno a tre grammi di bcaa per kg di peso corporeo, calcolo che ancora una volta faremo in base alla massa magra. Riassumendo possiamo utilizzare i bcaa per tre motivi principali come produttori di energia; come supplemento anabolico; come supplemento anticatabolico. A livello energetico il loro effetto è potenziato, nel caso di atleti di resistenza, dal carico di carboidrati nei giorni precedenti la competizione. Se invece li assumiamo dopo l’allenamento coi pesi prendiamo anche carboidrati veloci per il ripristino muscolare in quanto potremo ritrovarci in condizioni di ipoglicemia. Ottimi risultati ancora si ottengono con l’ingestione dopo l’allenamento di una miscela di proteine in polvere e maltodestrine o meglio ancora effettuando un carico di glucosio sotto forma di bevanda .Molti atleti che utilizzano questo sistema registrano una sensazione di immediato recupero e benessere nelle ore successive. L’utilizzo dei bcaa a scopo anticatabolico è validissimo, specie se una dieta particolarmente restrittiva e se durante i pasti si assumono pochi o zero carboidrati. In questa fase la muscolatura rischia di essere catabolizzata per fornire energia. Essendo i bcaa i primi ad essere utilizzati in questo meccanismo, un loro apporto contribuirà a risparmiare la massa magra. Per ottimizzare la sintesi dei ramificati è opportuno assumerli con la “piridossina” (vit.b6), attualmente tutte le ditte li propongono già abbinati. Sasha Sofo   Vorrei vedere un prodotto a base di BCAA

Continua...

Rimedio per dolori articolari

Quante volte vi è capitato di soffrire di fastidi o dolori articolari, magari al gomito o piuttosto al ginocchio, spesso aggravati dal clima umido e freddo? Quale prodotto  risulta efficace nell'attenuazione di questi sintomi? Una buona soluzione può essere l’assunzione di un supplemento a base di glucosamina solfato e condroitina sodio solfato, magari abbinato al MSM (Metilsulfonilmetano). Questo prodotto agisce come condroprottetore (protegge le cartilagini), ovvero favorisce processi antidegenerativi ed antiartrosici. Inoltre la glucosamina è coinvolta nella produzione di cartilagine proteggendo il tessuto connettivo dell’articolazione. Il MSM, è un composto organico contenente zolfo e, per chi non lo sapesse, lo zolfo è l’ottavo elemento più abbondante, in termini di peso, presente nell’organismo umano. Nella combinazione dell’integratore, lo zolfo, svolge l’azione anti infiammatoria determinando la scomparsa dei dolori articolari. Francesco Zoccheddu     Vorrei vedere un prodotto a base di Glucosammina

Continua...

Integratori per dormire bene

Il sonno è un fenomeno naturale e biologico; all'interno del nostro organismo, abbiamo una sorta di orologio biologico che influenza alcuni processi fisiologici e che condiziona le ore di veglia e quelle di sonno; questo "orologio" corrisponde al ciclo circadiano. In età adulta dovremmo dormire almeno 8 ore a notte, delle quali 2 di fase REM, ovvero di sonno profondo durante il quale accade di sognare intensamente. Tuttavia i pensieri inerenti la vita lavorativa, privata ed altre preoccupazioni spesso influenzano le effettive ore di sonno, creando ripercussioni nella giornata seguente anche di carattere ormonale, agendo in modo negativo se accumuliamo un deficit di sonno rispetto alle esigenze. Potrebbe ad esempio aumentare notevolmente il cortisolo, le difese immunitarie potrebbero abbassarsi e potrebbe comparire cefalea. L'integrazione con principi attivi naturali per prevenire l'insonnia, stimolare il sonno o favorirne la durata, sono diffusi soprattutto in erboristeria.  Personalmente ho assunto alcuni principi attivi con successo. Vi è comunque una considerazione preliminare da fare: bisogna valutare la causa dell'insonnia. Se a volte si è particolarmente tesi a causa dello stress eccessivo, allora estratti di piante come la Valeriana sono idonei per distendere e rilassare il SNC (sistema nervoso centrale) favorendo l'addormentamento; questa pianta non ha controindicazioni importanti ed agisce come ansiolitico (PROVATA: mio voto 8). Se lo stress è persistente consiglio un anti-cortisolo tipo la Fosfatidilserina, fosfolipide che opera come anti-infiammatorio aumentando lucidità mentale, favorendo il rilassamento e combattendo i sintomi depressivi (PROVATA: mio voto 9). Infine vorrei citare la Melatonina, ormone prodotto dalla ghiandola pineale che regola il ritmo sonno-veglia; viene utilizzata con successo contro il jet-lag (sintomi causati dal cambio di fuso orario sul nostro organismo quando si viaggia lontano). Aumenta lo stato di sonnolenza stimolando l'addormentamento; la melatonina è controindicata per i cardiopatici e per chi assume farmaci o prodotti per la cura della depressione. Inoltre è importante valutare tipo e turni di lavoro prima di assumerla, in modo da non concentrarla eccessivamente a livello plasmatico nel pieno del dovere...(PROVATA: mio voto 7). Il sonno è una componente fondamentale per l'anabolismo o recupero di ogni sport e per mantenere lo stato di benessere organico, quindi dovremmo dedicare più attenzione alla qualità e al tempo dedicato al nostro dormire.  Non mi resta quindi che augurare... buona notte a tutti! Francesco Zoccheddu   Vorrei vedere un Prodotto coadiuvante del Sonno

Continua...

Quale integratore è il migliore?

IL MIGLIORE SUPPLEMENTO, E’ QUALSIASI INTEGRATORE, PURCHE’ VE NE SIA LA REALE ESIGENZA. Molto spesso si parla degli integratori in modo superficiale o puntando troppo sulla leva dell’impatto marketing come aggancio di massa senza considerare l’anima del concetto della supplementazione, privando il cliente di una possibile correzione alimentare, seppur di tipo integrante, solo per aumentare profitto e consumo. Beh, anch’io credo nella forza del marketing e nella persuasione psicologica, anche questo MAGAZINE seppur gratuito, diventa un mezzo per la fidelizzazione o ampliamento della clientela; eppure credo che tutti gli esercenti possano vendere ottenendo profitto in maniera trasparente seria ed onesta. Qui l’onestà appunto dovrebbe penetrare nella gestione delle pubblicità attraverso un convincimento puro nelle motivazioni che conducono i clienti all’acquisto, e non soltanto “accalappiarli“ come invece spesso capita. soprattutto per quel che riguarda i principianti che si avvicinano timidamente al mondo degli integratori alimentari. E’ proprio per questo motivo che il sottoscritto crede fermamente nella consulenza pre vendita per evitare che il cliente acquisti perché semplicemente attratto da una pubblicità che lo possa aver colpito, cercando di spiegargli se davvero potrebbe risultare utile per il proprio scopo oppure se addirittura potrebbe rivelarsi inutile se non dannoso. Rischiando sì di perdere una vendita, ma tutelando l’idea ed il concetto dell’importanza della supplementazione, in quanto gli integratori nutrizionali devono mantenere il ruolo di macronutrienti complementari all’alimentazione seguita, con la finalità positiva per l’equilibrio metabolico e conseguentemente miglior performance nello sport. In conclusione, qualsiasi sia lo sport in questione, occorre effettuare una personalizzazione, nella scelta del prodotto e nei dosaggi, con persone competenti. Francesco Zoccheddu   Vorrei vedere degli Integratori di qualità

Continua...

Reintegro idrosalino e sudorazione

OGGETTO:  funzionalità e reale esigenza organica. Quante volte si sente dire attraverso amici o conoscenti o per mezzo dei media: ” in caso di sudorazione reintegrare con sali minerali”. Partiamo con l’analisi dei minerali solitamente commercializzati ed analoghi al reintegro salino e di minerali che in genere contengono: MAGNESIO Mg - importante nei processi metabolici volti al benessere organico e del sistema cardiovascolare e muscolare (es. frutta secca); POTASSIO K - importante per il sistema nervoso e muscolare, previene crampi, ictus ed ipertensione controllando l’omeostasi ed acidità (es. banane e kiwi); Poi ogni marca aggiunge ciò che ritiene più opportuno rispettivamente al target della clientela, se anziani, sportivi, giovani ecc. ecc. La composizione spesso viene arricchita con Vitamine e Maltodestrine e talvolta aminoacidi o creatina. Procediamo ora a comprendere se la funzionalità dell’assunzione dell’integratore idrosalino, magari di una bevanda, sia più o meno opportuna. Durante qualsiasi tipo di attività fisica, si attua un sistema energetico che aumenta la temperatura corporea determinando il fenomeno della perdita di liquidi attraverso le ghiandole sudorifere, ciò avviene per termoregolazione interna volta a mantenere in equilibrio la temperatura del corpo attraverso la sudorazione. Però si eliminano tossine ma non sali minerali. Infatti con l’assunzione integrativa di sali minerali, si rischia un sovraccarico elettrolitico e quindi un’eccessiva presenza nel flusso ematico dei sali appunto, che infine verranno filtrati dai reni per essere eliminati! Tale sovraccarico avviene in quanto la sudorazione non è composta in modo proporzionale tra liquidi e sali minerali, ma quasi completamente di soli liquidi, perciò basterebbe integrare liquidi bevendo molta acqua durante e post workout . Quindi bere tanto ed evitare una massiccia assunzione di sali minerali inutilmente. Tuttavia se l’impegno sportivo è talmente intenso da causare ingenti perdite di liquidi ed aggravando la fatica muscolare con possibilità di crampi, allora l’aggiunta dei sali minerali nell’acqua non solo favorirà un recupero nella performance ma vi permetterà di avere la certezza di assimilare a livello muscolare l’integratore. Inoltre deve essere considerata l’età ed il sesso oltre alla situazione del soggetto, al di là sia sportivo oppure non lo sia, proprio per il fatto della poli funzionalità soprattutto del magnesio. Mentre per gli sportivi in termini di endurance e performance, occorrerebbe che i sali minerali fossero formulati magari assieme a zuccheri a basso indice glicemico e rapidi nell’assorbimento oltre che a ramificati o caffeina… Insomma non assumete integratori idrosalini per nulla o solo perchè è caldo afoso, qualora vi occorressero per la pratica sportiva contattatemi gratuitamente per una consulenza per indicarvi se e quale prodotto da me trattato risulta idoneo.   Francesco Zoccheddu   Vorrei vedere degli Integratori di qualità

Continua...

Che cos'è il magnesio?

Che cosa è il magnesio? Qual'è la sua funzione nel nostro corpo? Quali sintomi sorgono se manca questo minerale? Il magnesio è un minerale essenziale per la crescita ed il corretto sviluppo osseo, è necessario per il funzionamento di alcuni enzimi essenziali (i quali richiedono vitamina B1), contribuisce ad equilibrare il calcio, potassio e sodio e aiuta la corretta funzionalità delle cellule, necessaria per l'attività ormonale coinvolta nella sintesi delle proteine. Il calcio aiuta a legarlo allo smalto dei denti ed è essenziale per il corretto funzionamento neurologico e muscolare, è necessario per la crescita e la riparazione dei tessuti e per la produzione di energia, aiuta a regolare la temperatura corporea. Se nel nostro corpo è carente il livello di magnesio ci potrebbero essere alcuni sintomi come disturbi del ritmo cardiaco (aritmie), problemi di circolazione sanguigna, ansia, ipertensione, irritabilità, spasmi muscolari, depressione, flatulenza (gas), colesterolo in eccesso, tic facciali, calcoli renali, crampi muscolari, letargia, convulsioni, iperattività, insonnia, scarsa crescita, ipercalcemia, stanchezza, enuresi notturna (pipì a letto di notte). Ci potrebbero essere diversi sintomi da carenza o, in una fase iniziale, solo uno o due. I più comuni sono: i crampi, affaticamento, ansia, depressione e insonnia.   Quali sono gli alimenti ricchi di magnesio? Le alghe, lievito, germe di grano, cereali integrali, semi di lino, semi di sesamo, avena, mais, cioccolato fondente, noci, mandorle, lumache di mare, vongole, gamberi, fichi, albicocche secche, tofu, lenticchie, piselli, fagioli, mais, soia, spinaci, riso, asparagi, cetrioli, carote, cavolfiori, prezzemolo, menta, barbabietole, bietole, cavoli, spinaci, prugne, pesche, pere, arance, banane, uva, mele. In alcune situazioni si consiglia di utilizzare un integratore alimentare di magnesio, come ad esempio quando si fa sport regolarmente, chi soffre di depressione, donne che prendono la pillola, in situazioni di stress prolungato e chi prende diuretici.   Livelli di assunzione raccomandati È stato osservato che, nel soggetto sano, apporti da 3 a 4,5 mg/kg (210-320 mg/die) sono sufficienti per il mantenimento del bilancio (Mahalco et al., 1983; Schwartz et al., 1984). Tuttavia mancano ancora dati per stabilire con sicurezza un livello di assunzione raccomandato, per cui è preferibile proporre un intervallo di sicurezza, così come indicato dalla Commission of the European Communities (1993): da 150 a 500 mg/die. Franco Larocca   Vorrei vedere un prodotto a base di Magnesio

Continua...

L'aglio, l'integratore... anabolico!

Da sempre sulle tavole italiane in moltissime pietanze, spesso squisite, l'aglio ha molte caratteristiche che lo rendono sicuramente interessante anche per noi... che teniamo alla forma fisica! Tralasciando le pur importanti qualità salutari per cui si rimanda ad altri articoli, voglio invece soffermarmi sull'aspetto prettamente "palestraro". Diversi studi confermano la capacità dell'aglio di innalzare i livelli di testosterone, uno degli ormoni responsabili del miglioramento del tono muscolare, e contemporaneamente di abbassare quelli del cortisolo, "l'ormone dello stress", che ha effetti opposti. Mangiare un'ora prima dell'allenamento un alimento contenente aglio, o se si preferisce un integratore da banco a base di aglio, può essere una buona idea per creare quell'ambiente anabolico naturale che favorisce dimagrimento e tono muscolare. Tuttavia prima di cambiare abitudini alimentari o anche assumere integratori è necessario ascoltare il parere del proprio medico, che valuterà eventuali controindicazioni. Roberto Razza (Fonte: Journal of Nutrition 131)

Continua...

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd