Filtra: 

Ambienti chiusi e radon, apriamo le finestre!

Nella società moderna particolare attenzione viene dedicata al risparmio energetico, sia in termini di riscaldamento che di raffreddamento, delle abitazioni e degli ambienti di lavoro.
Se da un lato i nuovi materiali e le nuove tecniche di costruzione hanno portato dei benefici al portafogli, dall’altro minacciano la nostra salute causando un notevole aumento della concentrazione di radon.
 
Il radon (Rn) è un gas inerte e radioattivo di origine naturale. È un prodotto del decadimento nucleare del radio all’interno della catena di decadimento dell’uranio, è incolore, inodore, insapore e non può essere avvertito dai sensi: chiaramente nocivo per la salute, se inalato è causa di tumore al polmone (secondo solo al fumo di sigaretta).
 
Il radon è un gas talmente dannoso che l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), attraverso l’International Agency for Research on Cancer (Iarc), ha classificato il radon appartenente al gruppo 1 delle sostanze cancerogene per l’essere umano.

Dove si trova questo gas?

Il radon è presente in tutta la crosta terrestre. Si trova ovunque, in quantità variabile, nel terreno e nelle rocce e si può trovare anche nell’acqua potabile. Il suolo è la principale sorgente del radon che arriva in casa. I materiali edili che derivano da rocce vulcaniche (come il tufo), estratti da cave o derivanti da lavorazioni dei terreni, sono ulteriori sorgenti di radon.

Essendo un gas, il radon può spostarsi e sfuggire dalle porosità del terreno disperdendosi nell’aria o nell’acqua. Grazie alla forte dispersione di questo gas in atmosfera, all’aperto la concentrazione di radon non raggiunge mai livelli elevati ma, nei luoghi chiusi (case, uffici, scuole ecc) può arrivare a valori che comportano un rischio rilevante per la salute dell’uomo, specie per i fumatori in quanto già soggetti a rischio.
 
Il radon si distribuisce uniformemente nell’aria di una stanza, mentre i suoi prodotti di decadimento si attaccano al particolato (polveri) dell’aria che noi respiriamo e poi si depositano sulle superfici dei muri, dei mobili ecc.
La maggior parte del radon che inaliamo viene espirata prima che decada (ma una piccola quantità si trasferisce nei polmoni, nel sangue e, quindi, negli altri organi), mentre i prodotti di decadimento si attaccano alle pareti dell’apparato respiratorio e qui irraggiano (tramite le radiazioni alfa) soprattutto le cellule dei bronchi.
 
Le concentrazioni di radon possono essere differenti anche tra edifici vicini e subiscono forti variazioni tra il giorno e la notte, estate e inverno e condizioni meteo: affinché si possa misurare con precisione la quantità di radon presente in una stanza occorre affidarsi ad enti o aziende specializzate.
E’ scientificamente provato che l’esposizione al radon crei un significativo aumento del rischio di tumore al polmone: il radon è considerato il contaminante radioattivo più pericoloso negli ambienti chiusi ed è stato valutato che il 50% circa dell’esposizione media delle persone a radiazioni ionizzanti è dovuto al radon.

Soluzioni?

Nell’immediato e a costo zero bisogna aumentare la ventilazione degli edifici e delle stanze in cui si soggiorna di più: cucina e camera da letto in casa, il luogo di lavoro, le aule delle scuole, ecc…
Evitiamo di “tapparci” come dei barattoli ermetici e cerchiamo di far circolare sempre aria “nuova” anche durante i mesi invernali: risparmiare sul riscaldamento o sull’aria condizionata ha davvero più importanza della salute?

Prodotti Correlati

Alcuni prodotti consigliati per questo argomento

I nostri Servizi

Ecco i Servizi che abbiamo pensato per te

Ultimi Contenuti da

Contenuti correlati (da Tag)

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Schede Allenamento

Alcune schede proposte da PTOnline

Prodotti in evidenza

Alcuni prodotti proposti da PTOnline

Filtro contenuti

Filtra: 
Our website is protected by DMC Firewall!