Filtra: 

Il nuoto, è davvero la panacea di tutti i mali?

Il nuoto fa bene”. E’ sbagliato, ingiusto e superficiale come giudizio.
L’allenamento, per essere ottimale, deve rispondere al principio di specificità, quindi affermare in modo generico che il nuoto possa far bene a chiunque non è corretto.

Il nuoto viene visto da sempre come uno sport salutare, uno sport che fa bene, uno di quegli sport in cui le mamme si dovrebbero sentire fiere e sicure, perché portano in piscina i loro bambini a fare un’attività fisica che porterà loro solo benefici in futuro.

E’ un bellissimo sport, con molti pro, ma non per questo è la panacea di tutti i mali, non per questo motivo occorre buttare persone in piscina, neanche fossero “sardine”, né, a chiunque avverti un dolore alla schiena più o meno grave, va consigliato di andare in piscina (spesso a scapito anche di attività più proficue).

Analizzando brevemente le caratteristiche del nuoto notiamo che è uno sport senza attriti col terreno (0 infortuni da forti impatti), ed inoltre riesce a vincere la forza di gravità, essendo il soggetto in immersione, completa o parziale che sia, ma inibisce i muscoli stabilizzatori ed ha una forte componente di umidità che può essere sfavorevole per esempio in donne in menopausa, perché aumenta i rischi di osteoporosi.
Sono molti sia i vantaggi che gli svantaggi del movimento in acqua, ecco perché è difficile generalizzare su i risultati ottenuti da essa.
Le basi del nuoto vengono tradotte dalle leggi chimico-fisiche di Stevin e Archimede.

  • Legge di Stevino: la pressione dovuta al peso di un liquido è direttamente proporzionale sia alla densità del liquido sia alla sua profondità.
  • Legge di Archimede: un corpo immerso in un liquido subisce una forza diretta verso l’alto di intensità uguale al peso del liquido spostato.

Il nuoto è una delle attività motorie che possono essere complementari ad un’altra attività fisica di altro tipo, ed è questo che in molti casi si tende a dimenticare: dobbiamo sfruttare le caratteristiche del movimento in acqua a nostro favore, magari con una corretta periodizzazione all’interno di un programma di allenamento più completo che preveda anche altro.
Un ottimo abbinamento potrebbe comprendere il nuoto nelle sedute di scarico dall’allenamento con i sovraccarichi.

Il consiglio che ci sentiamo di dare a tutti i lettori è di non credere troppo agli assolutismi, di qualsiasi genere, ma di analizzare le situazioni con occhio critico basate su fondamenti scientifici e non su credenze popolari.


A cura di,
Gabriele Grassadonia & Eugenio Di Maro

Contenuti correlati (da Tag)

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!