Filtra: 

Squat e stacchi, qualche consiglio dalla kiropratica

La kiropratica ci insegna a fare squat e stacco senza problemi alla schiena.
La voglia di scrivere questo articolo scaturisce dal fatto che la maggior parte degli istruttori di palestra non fanno fanno fare stacco e squat ai loro clienti.
Analizzando alcuni particolari burocratici si scopre che l’istruttore di sala pesi nel 90% (percentuale congrua) dei casi deve dirigere molte persone negli orari di maggior afflusso, specie dalle 18 alle 20, pertanto la spiegazione della corretta esecuzione di squat e stacco diventa difficile.
Dando una occhiata al lato pratico si evince che, oltre alla spiegazione, che diviene molto complessa, la volontà di propinare o inculcare tali esercizi viene a mancare.alt

Un giorno ero in una palestra di Roma e l’istruttore “ganzo” all’arrivo del suo cliente, ormai veterano di quella palestra, disse: "oggi fatti pressa, leg extension, leg curl". Il cliente rispose: "e le serie?". "fatti un 4/20 su tutto" è stata la risposta dell'istruttore.
A quel punto incuriosito da tale metodica davvero lancinante chiesi all’istruttore come mai non avesse somministrato squat in quel contesto, la risposta fu: "a che serve fare squat? Ti rompi la schiena e poi non serve a niente. Meglio la pressa!".
Ripensando a quanto detto dall’istruttore riuscii a capire una sola cosa: che la schiena te la rompi davvero se non esegui bene lo squat! Infatti... non aveva tutti i torti.



Cosa ci insegna la Kiropratica

Perché un kiropratico dovrebbe insegnarci a fare squat o stacco? Solamente in condizioni ottimali si può pensare di eseguire un gesto atletico come lo squat e lo stacco da terra senza infortuni.
Ufficialmente la kiropratica è la terza professione sanitaria al mondo dietro la medicina e la dentistica.
Arnold Schwarzenegger, ex governatore della California, è dal 2006 anche il presidente della commissione esaminatrice per gli esami statali di kiropratica.

I requisiti per avere una buona performance in palestra sono:

  • esecuzione efficace e sicura;
  • integrità strutturale e funzionale della colonna;
  • stabilità del tronco;
  • potenza sviluppata dai glutei il cui muscolo è il più forte del nostro corpo.


La struttura scheletrica deve avere la capacità strutturale e funzionale di raggiungere la sua posizione neutrale, posizione nella quale le forze compressive sono minime possibili.
La postura è un fattore importante nell’esecuzione dello stacco/squat e nella vita di tutti i giorni. Possiamo definire buona la postura in cui la testa il torace e il bacino sono perfettamente allineati. Inoltre un buon personal trainer prima di somministrare questi importanti esercizi deve prendere in considerazione una buona analisi antropometrica del biotipo che si trova davanti.
 

Stacco/squat in sicurezza

Per riuscire a capire come deve essere l’impostazione di schiena, braccia e distanza dei piedi è doveroso fare un passo indietro per poterne fare due in avanti.
In molti eseguono lo squat/stacco in modo classico e direzionale, pertanto con il tempo se non si effettua la settimana di scarico, specie in chi non periodizza il training, si avranno molte probabilità di farsi del male alla schiena.

Per riuscire a liberarsi dalla schiavitù del tradizionale squat bisogna appunto tornare indietro e per poter fare questo c’è bisogno di un pò di pazienza, credetemi è solo questione di mesi.
In questi mesi potete sostituire lo squat con la pressa a 45°affinchè riusciate a capire quali muscoli lavoreranno per sopportare maggior carico sulla schiena.
Infatti non tutti sanno che il gluteo è il muscolo più forte di tutto il nostro corpo, infatti viene sollecitato se l’accosciata è molto profonda ma in questo caso si rischia di perdere la curvatura fisiologica della zona lombare.

Molti giocatori di pallavolo, rugby e pallacanestro nella maggior parte dei casi quando saltano tendono a farlo con quadricipiti e ginocchia mentre, se riuscissero ad attivare i glutei, potrebbero ottenere più velocità, più potenza, più resistenza e più massa muscolare.

Per migliorare da soli questi esercizi potrete acquistare il dvd stacco e squat illustrato da Claudio Tozzi con la collaborazione del dottor Daniele Barbieri dove all’interno vengono descritti tutti i sani principi per liberarvi dai pregiudizi del tradizionale squat e stacco, inoltre imparerete ad attivare muscoli che fino a ieri erano in letargo.


Angelo Benedetto

Contenuti correlati (da Tag)

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!