Filtra: 

Acido lattico o indolenzimento muscolare?

Il dolore post work-out è... acido lattico o indolenzimento muscolare? Perchè spesso ricerchiamo questa sensazione?
Bene, iniziamo con lo sfatare alcuni miti sull'acido lattico.

Il dolore che tra le 24 e le 48 ore dopo l'allenamento si avverte a livello muscolare non è "assolutamente" dato da accumulo di acido lattico.
Lo smaltimento dell'acido lattico avviene in trenta minuti se eseguiamo un restauro in esercizio (ovvero un defaticamento), oppure in un'ora se non facciamo defaticamento. Di conseguenza capirete che i dolori che si avvertono i giorni successi all'allenamento sono dovuti a lesioni tessutali delle fibre muscolari, produzioni di sostanze alogene che stimolano i recettori del dolore dovuta a ischemia muscolare da allenamento, microtraumi del tessuto connettivale e di quello tendineo.

La produzione di lattato può avvenire in una fase di start-up, dopo un lungo tempo di inattività o di sedentarietà; oppure qualvolta si rompi lo schema d'allenamento, cambiandone metodiche o carichi di lavoro. Ma essenzialmente tali tecniche e stimoli sono cosa buona e giusta per chi vuole aumentare la propria MASSA MUSCOLARE. L'acido lattico fa sì che il pH del sangue diminuisca e a questo fenomeno si associa un notevole aumento di secrezione del GH. L'accumulo di acido lattico è interessante anche perché essendo il glicogeno il suo substrato energetico, nel momento in cui il muscolo supercompenserà si avrà una reazione inversa durante la quale si avrà produzione di glicogeno che andrà a rimpinguare le scorte muscolari dando così fenomeno di "ipertrofia". Un po' di lattato sfugge alla distruzione nel sangue e passa nei testicoli dove stimola la produzione di testosterone.

Adesso che abbiamo messo in luce le regole del gioco, dobbiamo solo metterle in pratica. Non spiegheremo i vari metabolismi energetici del corpo umano perché ci vorrebbe troppo tempo e spazio, ma ci limiteremo a dire che si ha grossa produzione di acido lattico quando si effettuano esercizi alla massima potenza per un periodo di tempo compreso tra 1 e 3 minuti. (a seconda dello stimolo e della reazione, a volte basta superare anche la soglia dei 30-40 secondi a carichi massimali).
Ecco le due metodiche più facili con cui si può arrivare al nostro ambito traguardo:

  1. utilizzo di carichi massimali con recuperi brevissimi in modo da non dar modo al corpo di smaltire l'acido lattico accumulato;
  2. carico medio-alto ripetizioni elevatissime. Ad esempio si può arrivare anche a fare 100 reps con piccolissime pause quando non si riesce più a proseguire.
PER TUTTE LE DONNE!!! Abbandonate le serie infinite di slanci per i glutei, perché oltre ad essere quasi inutili causa intensità inesistente, fanno sì che il corpo produca acido lattico, cosa che nel gentil sesso contribuisce alla formazione della CELLULITE!!! Quindi addio agli slanci e benvenuto al caro e sempre utile SQUAT, con un carico maggiore e minor ripetizioni!

CAMBIA. ADESSO PUOI.™


Vincenzo Borrelli

Contenuti correlati (da Tag)

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!