Filtra: 

La sintesi proteica, come funziona


La sistesi proteica  la capacità di “fissare le proteine” è geneticamente determinata
  • Un incremento delle proteine nella giusta misura determinano già un aumento della sintesi proteica.
  • La sintesi proteica è fortemente attivata dall’allenamento in particolare di quello ANAEROBICO-LATTACIDO che determina un aumentata fame di glucidi che come già detto sono il rifornimento per questo tipo di meccanismo ma anche di proteine per i processi di costruzione plastica.
  • Tutte le fibre anche quelle “lente” possono IPERTROFIZZARE. Però la sintesi proteica e quindi l’ipertrofia è mediata da determinati ormoni: testosterone, gh, insulina e ormoni tiroidei. Viceversa nella fase catabolica intervengono gli ormoni glucocorticoidi in particolar modo il cortisolo. L’allenamento contro resistenza, breve e intenso aumenta in maniera drammatica i livelli di testosterone e gh, in particolare quet’ultimo può aumentare fino a 35 volte,ma quest livelli tendono a scendere già dopo un ora e tendono a diminuire scendendo sotto i normali liveli con il proseguimento dell’allenamento. Al contrario un allenamento a bassa intensità lungo e prolungato (aerobico) abbassa il livello di testosterone in particolare. Risulta evidente perché gli atleti di resistenza hanno masse muscolari particolarmente ridotte. In conclusione le fibre muscolari che IPERTROFIZZANO sono quelle bianche, veloci e potenti, ma l’ideale è un allenamento differenziato che tiene conto dei vari tipi di fibre, il consiglio è di non superare i 60-90 minuti di allenamento.
  • Nella sintesi proteica è importante l’intervento dell’insulina che funziona come una chiave che apre la porta d’ingresso delle cellule muscolari ad aminoacidi e glucosio ecco quindi l’importanza di un pasto misto con carboidrati e proteine. Ricordiamoci che le proteine dovranno essere di elevato  valore biologico poiché la carenza anche di un solo aminoacido essenziale ne interrompe la sintesi. I carboidrati dovranno essere “complessi” in genere anche se in caso di ipoglicemia cioè dopo l’allenamento e a colazione potremmo utilizzare carboidrati più veloci limitando il rischio di ingrassare. Diversamente un picco troppo elevato di insulina andrà ad interagire sulla sintesi proteica anche perché il fegato e i muscoli immagazzinano lentamente il glucosio e l’eccesso andrà a finire nelle cellule adipose.
  • Come visto l’insulina ha un potente effetto anabolizzante e la sua potenza è amentata dal cromo che inoltre è presente nel fattore di tolleranza al glucosio, sostanza messa in circolazione dal fegato in risposta all’IPERGLICEMIA.
  • Diamo sempre molta importanza al RIPOSO perché l’allenamento rappresenta lo stimolo ma tutti i processi di riparazione e crescita avvengono durante il recupero.



Sasha Sofo

Autore: 

Contenuti correlati (da Tag)

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!