Filtra: 

Aminoacidi a catena ramificata (BCAA)

Gli aminoacidi a catena ramificata sono tre aminoacidi “essenziali”: leucina, valina e isoleucina e sono cosi chiamati perché la loro struttura chimica è concatenata e forma delle specie di ramificazioni.
Questi aminoacidi NON PASSANO attraverso il fegato ma vengono metabolizzati direttamente dai muscoli di cui rappresentano la componente proteica più elevata, per questo vengono utilizzati in terapia per pazienti con gravi problemi epatici. Possiamo utilizzare i ramificati con ottimi risultati per la prestazione o per l’ allenamento, si tratta di stabilire la giusta quantità e i tempi di assunzione.

E’ stato provato che i ramificati provocano un aumento di energia disponibile dando luogo alla formazione di ALANINA la quale rialza la glicemia in assenza di glucidi. Le cellule muscolari sintetizzano l’alanina appunto dagli aminoacidi ramificati, acido aspartico, acido glutammico e la glicina. Oltre che a scopo energetico i ramificati sono i primi ad essere utilizzati in situazione di catabolismo.
Inoltre durante un esercizio intenso gran parte di questi aminoacidi viene distrutta, in particolare circa il 90% del fabbisogno giornaliero viene ossidato. Il momento in cui l’organismo è più ricettivo di bcaa è tra i 60-90 minuti dopo l’allenamento. Generalmente viene calcolato un utilizzo da uno a tre grammi di bcaa per kg di peso corporeo, calcolo che ancora una volta faremo in base alla massa magra.alt


Riassumendo possiamo utilizzare i bcaa per tre motivi principali
  • come produttori di energia;
  • come supplemento anabolico;
  • come supplemento anticatabolico.


A livello energetico il loro effetto è potenziato, nel caso di atleti di resistenza, dal carico di carboidrati nei giorni precedenti la competizione. Se invece li assumiamo dopo l’allenamento coi pesi prendiamo anche carboidrati veloci per il ripristino muscolare in quanto potremo ritrovarci in condizioni di ipoglicemia.
Ottimi risultati ancora si ottengono con l’ingestione dopo l’allenamento di una miscela di proteine in polvere e maltodestrine o meglio ancora effettuando un carico di glucosio sotto forma di bevanda .Molti atleti che utilizzano questo sistema registrano una sensazione di immediato recupero e benessere nelle ore successive. L’utilizzo dei bcaa a scopo anticatabolico è validissimo, specie se una dieta particolarmente restrittiva e se durante i pasti si assumono pochi o zero carboidrati.
In questa fase la muscolatura rischia di essere catabolizzata per fornire energia. Essendo i bcaa i primi ad essere utilizzati in questo meccanismo, un loro apporto contribuirà a risparmiare la massa magra.
Per ottimizzare la sintesi dei ramificati è opportuno assumerli con la “piridossina” (vit.b6), attualmente tutte le ditte li propongono già abbinati.


Sasha Sofo
 

Vorrei vedere un prodotto a base di BCAA

Autore: 

Contenuti correlati (da Tag)

Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is developed by Dean Marshall Consultancy Ltd