Filtra: 

Braccia cadenti... o scolpite? Gli esercizi per tonificare il tricipite

Braccia cadenti? Vediamone motivi e "parziali" soluzioni.

Abbiamo deciso di affrontare questo argomento in quanto una delle richieste che ci pervengono dal popolo femminile è di poter risolvere il problema legato all'effetto "tendina" nella parte posteriore del braccio.

"Il soggetto" in questione è la pelle in eccesso localizzata sul tricipite, pelle priva di tono ed elasticità che ad ogni movimento… non resta certo ferma e compatta.
La causa è un accumulo di adipe eccessivo, conseguente sia all'invecchiamento che a una rapida perdita di peso.
La zona coinvolta è l'interno braccia che mostra un evidente discesa della cute ma anche della muscolatura interessata.

Andiamo a conoscere meglio questa sezione muscolare del braccio, denominata tricipite brachiale, e vediamo come possiamo aiutare le nostre allieve per poter tamponare/migliorare questo effetto, cercando di tonificare/ipertrofizzare al meglio ogni sezione del tricipite.
 

Conosciamo meglio il muscolo interessato, il Tricipite Brachiale

E' costituito da tre ventri muscolari (capo lungo, capo laterale e capo mediale) che originano in punti diversi e terminano in un unico tendine che si fissa sull'olecrano dell'ulna e sulla parete posteriore della capsula articolare del gomito.
Il tricipite è il principale mu­scolo che estende l’avambraccio e, per mezzo del capo lungo, adduce l'omero.
 

Esercizi più efficaci per allenarlo

Ecco quali sono gli esercizi piu efficaci per allenare il tricipite brachiale, con sovraccarichi o a corpo libero.

  • PUSH UP A TERRA - Distenditi a pancia in giù; posiziona le mani più vicine rispetto alla larghezza delle spalle e tieni i pollici vicino il petto. Solleva il corpo da terra e supportarlo con le mani e le punte dei piedi Abbassa il corpo il più possibile senza toccare a terra e poi salì fino a quando le braccia non sono distese. Se la difficoltà è troppo elevata sarà sufficiente appoggiare le ginocchia a terra.
  • FRENCH PRESS con bilanciere - Supini sulla panca, con la schiena ben aderente alla base d'appoggio, impugnare il bilanciere con passo stretto e con i palmi delle mani rivolti verso l'alto, braccia perpendicolari alla panca e avambraccio flesso in modo da consentire al bilanciere di sfiorare la parte alta del naso o la fronte. Da questa posizione portare in alto l'avambraccio sino alla completa distensione. Ritornare lentamente alla posizione di partenza.
  • PUSH DOWN ai cavi - Dalla stazione eretta, con le piante dei piedi leggermente divaricate, impugnare l'apposita barra estendendo l'avambraccio verso il basso, per poi tornare alla posizione iniziale. Nella fase eccentrica l'impugnatura raggiunge l'altezza della parte alta dello sterno.
  • DIP o distensioni tra le panche - Occorre disporre due panche fra loro parallele. Su una saranno posti in appoggio gli arti inferiori a livello dell'articolazione tibiotarsica, sull'altra i palmi delle mani, ruotati in direzione della schiena. Da questa posizione effettuare una flessione ed una estensione che consente al corpo di salire e scendere fra le panche. Se la difficoltà è troppo elevata sarà sufficiente appoggiare i piedi a terra mantenendo il busto allineato durante la flesso/estensione delle braccia.
A questo punto... non ci resta che augurarvi buon allenamento!
Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Filtro contenuti

Filtra: 
DMC Firewall is a Joomla Security extension!